Disturbi da dolore cronico: Fibromialgia

La fibromialgia è una malattia reumatica che colpisce i muscoli causando un aumento di tensione muscolare: tutti i muscoli (dal cuoio capelluto alla pianta dei piedi) sono in costante tensione.

Questo comporta numerosi disturbi:
1. innanzi tutto i muscoli tesi sono causa di dolore che in alcuni casi è localizzato (le sedi più frequenti sono il collo, le spalle, la schiena, le gambe), ma talora è diffuso dappertutto

2. i muscoli tesi provocano rigidità e possono limitare i movimenti o dare una sensazione di gonfiore a livello delle articolazioni

3. i muscoli tesi è come se lavorassero costantemente per cui sono sempre stanchi e si esauriscono con grande facilità: questo significa che chi è affetto da FM si sente sempre stanco e si affatica anche per minimi sforzi.

4. i muscoli tesi non permettono di riposare in modo adeguato: chi è affetto da FM ha un sonno molto leggero, si sveglia più volte durante la notte e alla mattina, anche se gli sembra di avere dormito, si sente più stanco di quando si è coricato (si parla di “sonno non ristoratore”).

Aspetti psicologici
Molti pazienti affetti da FM riferiscono manifestazioni ansiose (a volte con attacchi di panico) e/o depressive, per questo in passato la FM è stata considerata come un processo di somatizzazione in soggetti ansiosi o depressi, purtroppo ancora oggi molti medici sono legati a questa ormai superata definizione. I numerosi studi sul rapporto tra ansia/depressione e FM hanno dimostrato inequivocabilmente che la FM non è una malattia psicosomatica e che gli eventuali sintomi depressivi o ansiosi sono un effetto piuttosto che una causa della malattia. Una reazione depressiva è infatti comune a tutte le malattie che comportano un dolore cronico, come ad esempio la artrite reumatoide o l’artrosi. (descrizione tratta da www.fibromyalgia.it a cura del dott. Marco Ghini).

PERCORSO FIBROMIALGIA. TRATTAMENTO CON EMDR
Un metodo alternativo ai farmaci che si sta rivelando un prezioso strumento per chi soffre di fibromialgia è l’EMDR.
L’EMDR (dall’inglese Eye Movement Desensitization and Reprocessing, Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari) è un approccio terapeutico utilizzato per il trattamento del trauma e di problematiche legate allo stress; grazie alla sua efficacia è stato applicato nel trattamento di numerose patologie fra le quali il dolore cronico .

L’EMDR è una metodologia completa, versatile e molto veloce attraverso la quale è possibile lavorare direttamente sul dolore associato alla fibromialgia .

IL PERCORSO EMDR PER LA FIBROMIALGIA
Il percorso si articola in un ciclo di 8/10 sedute con lo scopo di ridurre il dolore e i sintomi associati tradizionalmente alla malattia.
Sono previsti alcuni colloqui di valutazione diagnostica con somministrazione di test per definire ed impostare l’intervento; gli incontri successivi saranno dedicati alle sedute vere e proprie di emdr sul dolore ed eventualmente su altri aspetti emersi durante la valutazione.
Al termine del percorso sarà fatta una rivalutazione del dolore ed un monitoraggio a 6 mesi dalla fine dell’intervento.